Campagna antinfluenzale 2017-18 - ::: COMUNE DI NOVELLARA (RE) :::

archivio notizie - ::: COMUNE DI NOVELLARA (RE) :::

Campagna antinfluenzale 2017-18

 
Campagna antinfluenzale 2017-18

 

La trasmissione interumana del virus dell’influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie. Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie. Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell’influenza. Recentemente l’ECDC ha valutato le evidenze sulle misure di protezione personali (misure non farmacologiche) utili per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza, e ha raccomandato le seguenti azioni:

 

1. Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici) Fortemente raccomandato

2. Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani) Raccomandato

3. Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale – Raccomandato

4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali) – Raccomandato.

 

Sebbene alcuni di questi interventi, come quello di proteggere la bocca quando si starnutisce, siano molto sottovalutati, si tratta invece di interventi preventivi di prima categoria.

 

Tali misure si aggiungono a quelle basate sui presidi farmaceutici (vaccinazioni e uso di antivirali).

 

La vaccinazione

 

L’organizzazione mondiale della sanità e il Piano Nazionale Prevenzione vaccinale 2017-2018 riportano, tra gli obiettivi di copertura per la vaccinazione antinfluenzale: il 75% come obiettivo minimo perseguibile e il 95% come obiettivo ottimale negli ultrasessantacinquenni e nei gruppi a rischio.

Il vaccino antinfluenzale è indicato per tutti i soggetti che desiderano evitare la malattia e che non abbiano specifiche controindicazioni. Il periodo destinato alla conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale è, per la nostra situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, quello autunnale, a partire dalla metà di ottobre fino alla fine di dicembre, fatte salve specifiche indicazioni.

 

Elenco delle categorie per le quali la vaccinazione stagionale è raccomandata

 

 

1. Soggetti di età pari o superiore a 65 anni;

2. Bambini di età superiore ai sei mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza (malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio, malattie dell’apparato cardio-circolatorio, diabete mellito e altre malattie metaboliche, insufficienza renale/surrenale cronica, tumori...);

3. Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicitico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;

4. Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza;

5. Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;

6. Medici e personale sanitario di assistenza;

7. Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio;

8. Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori (forze di polizia, vigili del fuoco…)

9. Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, addetti all’attività di allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari)

 

 

Scarica la circolare del Ministero della salute

 


Risultato (1658 valutazioni)